Ogni soggetto, ad esclusione dei pazienti, che accede alla struttura è tenuto a possedere e ad esibire il GREEN PASS in corso di validità.
Ogni soggetto, ad esclusione dei pazienti, che accede alla struttura è tenuto a possedere e ad esibire il GREEN PASS in corso di validità.

Cos’è e a cosa serve la Risonanza Magnetica multiparametrica della prostata

La prostata è una piccola ghiandola dell’apparato genitale maschile, situata appena sotto la vescica e davanti al retto, ed è attraversata dall’uretra, il canale attraverso cui l’urina viene espulsa.

Il compito principale della prostata è quello di secernere un liquido che, insieme agli spermatozoi e ad altri fluidi prodotti dalle ghiandole sessuali maschili, forma lo sperma. 

Questo liquido, chiamato liquido prostatico, è importante perché facilita la motilità degli spermatozoi.

Dato che la prostata condiziona numerose funzioni del sistema genitale maschile, la sua salute rappresenta un aspetto fondamentale del benessere generale della persona. Per questo motivo, è bene eseguire controlli periodici e specialistici.  

Quali sono i sintomi tipici di problemi alla prostata?

I sintomi tipici associati alle patologie della prostata possono variare in base alla specifica condizione, ma ci sono alcuni segnali comuni a cui occorre prestare attenzione:

• Alterazioni della dinamica minzionale, come difficoltà a urinare, necessità di urinare spesso (soprattutto di notte), sensazione di vescica piena dopo la minzione, dolore o bruciore durante la minzione;

• Presenza di ematuria, ovvero sangue nelle urine;

• Insorgenza di infezioni urinarie.

In presenza di questi sintomi, è opportuno rivolgersi al proprio medico per una diagnosi accurata e tempestiva. 

Quali sono le patologie della prostata più comuni?

Tra le patologie della prostata a insorgenza maggiore, occorre menzionare le seguenti:

Prostatite

La prostatite è una patologia infiammatoria multiforme della prostata. In particolare, se ne riconoscono 4 tipi:

Prostatite acuta di origine batterica;

Prostatite cronica di origine batterica;

Prostatite cronica di origine non batterica o sindrome del dolore pelvico cronico;

Prostatite asintomatica.

Il trattamento dipende dalla causa, ma può includere terapie antibiotiche, antiflogistiche e altre mirate al sollievo del dolore

Iperplasia prostatica benigna 

L’iperplasia prostatica benigna, chiamata anche ipertrofia prostatica benigna, è una patologia responsabile dell’ingrossamento della prostata.

Può essere asintomatica oppure provocare gravi complicanze, come l’ostruzione del flusso urinario, richiedendo trattamenti endo-urologici disostruttivi (TURP, enucleazione laser) o la chirurgia open.

Cancro alla prostata 

Il cancro alla prostata è una patologia maligna che interessa soprattutto gli uomini al di sopra dei 50 anni. 

Si tratta di una patologia difficile da diagnosticare tempestivamente, perché spesso allo stadio iniziale non presenta sintomi.

Per questo motivo, è fondamentale effettuare screening regolari, soprattutto in caso di fattori di rischio, quali l’età avanzata o storie familiari di cancro alla prostata. 

Come si diagnosticano le patologie della prostata?

Per valutare la salute della prostata e individuare eventuali patologie associate, esistono diversi test, tra cui:

• Dosaggio periodico dell’antigene prostatico specifico (PSA). Si tratta di un esame di laboratorio volto a misurare il livello di PSA, una proteina prodotta dalla prostata che, se presente in quantità elevate, può essere spia di patologie prostatiche. 

 Esplorazione digitale rettale (DRE). Questo esame permette al medico di valutare le dimensioni, la forma e la consistenza della prostata, identificando eventuali irregolarità o infiammazioni.

 Ecografia prostatica transrettale (TRUS). Attraverso l’utilizzo di una sonda a ultrasuoni, questo esame consente di ottenere immagini dettagliate della prostata e dei tessuti circostanti. È uno strumento particolarmente utile per guidare le biopsie prostatiche.

• Biopsia prostatica. Se i test precedenti suggeriscono la presenza di cancro alla prostata, è consigliabile effettuare una biopsia prostatica per confermare la diagnosi. Attualmente si tende ad effettuare la biopsia prostatica dopo un sospetto ecografico e la conferma mediante risonanza magnetica multiparametrica della prostata. Si usa una tecnica di sovrapposizione delle immagini di RMN con le immagini ecografiche (Biopsia fusion).

 Risonanza Magnetica multiparametrica della prostata. Si tratta di una tecnica di imaging avanzata, attraverso cui è possibile valutare in modo approfondito la ghiandola prostatica.

Perché fare una Risonanza Magnetica multiparametrica della prostata

La Risonanza Magnetica multiparametrica della prostata è un esame radiologico che combina diverse sequenze di risonanza magnetica in una sola sessione – da qui il termine “multiparametrica” – con l’obiettivo di ottenere immagini precise e informazioni funzionali sulla prostata. 

Grazie a questo strumento, i medici possono rilevare la presenza di eventuali neoplasie prostatiche, valutandone l’aggressività, l’estensione e la stadiazione. 

In più, la Risonanza Magnetica multiparametrica della prostata consente di raccogliere informazioni utili alla pianificazione del trattamento, che può includere, a seconda dei casi, interventi di tipo chirurgico, come la prostatectomia radicale, o trattamenti di radioterapia a intento radicale. 

Per prevenire l’insorgenza di disturbi e patologie legate alla prostata, è raccomandabile programmare screening con frequenza regolare. In particolare, si consiglia di effettuarli con cadenza annuale a partire dai 50 anni, a eccezione dei pazienti con familiarità positiva, per i quali lo screening dovrebbe iniziare anche prima. 

Prenotare una Risonanza Magnetica multiparametrica della prostata 

Grazie alla sua elevata capacità diagnostica, la Risonanza Magnetica multiparametrica della prostata si rivela il miglior esame oggi disponibile per la rilevazione precoce di patologie a carico della ghiandola prostatica. 

Presso Ospedali Privati Riuniti è possibile effettuare questo esame. Siamo disponibili per fornirti tutti i dettagli utili sulla prestazione o per assisterti nella prenotazione. 

Ringraziamo il Dott.Tiziano Benuzzi, Responsabile di équipe urologica di Ospedali Privati Riuniti, per la concessione dell’intervista che ha permesso la stesura di questo articolo.

 

Altre informazioni

12 Apr 2023 | Innovazione
Il trattamento dell’artrosi al ginocchio
Leggi tutto
06 Giu 2024 | Chirurgia
Ortopedia protesica: la pianificazione dell’intervento
Leggi tutto
06 Giu 2024 | Innovazione
La medicina rigenerativa in ortopedia
Leggi tutto
10 Mag 2024 | Chirurgia
Cos’è la chirurgia mininvasiva dell’anca
Leggi tutto