Ospedale privato NIGRISOLI
Ospedale privato VILLA REGINA
Ospedale privato NIGRISOLI
Ospedale privato VILLA REGINA

Ecografia Toraco-Polmonare (EMERGENZA COVID-19)

CENTRO DI ECOGRAFIA CLINICA – INTERVENTISTICA

Resp. Dr. Roberto Franchini

Con la presente informiamo che, dal 20 marzo 2020, abbiamo attivato, presso il centro di Ecografia di Villa Regina, la possibilità di effettuare ecografie toraco-polmonari in regime di urgenza.

L’ecografia polmonare è recentemente entrata nella pratica clinica per la diagnostica differenziale della dispnea acuta in Pronto Soccorso:

  1. Metodica immediatamente disponibile anche al letto del malato
  2. Velocità di esecuzione senza necessità per il paziente di mantenere la postura per lungo tempo
  3. Possibilità di esecuzione anche durante l’esame obiettivo
  4. Nessuna necessità di trasporto del paziente nei servizi di radiologia
  5. Interpretazione dei risultati immediata in base al quesito clinico

Alcuni studi, condotti su pazienti adulti in Pronto Soccorso e in Terapia Intensiva, hanno dimostrato che questa tecnica ha un’accuratezza diagnostica superiore all’RX

 

Findings of lung ultrasonography of novel Coronavirus pneumonia during the 2019– 2020 epidemic Peng QY, Wang XT, Zhang LN; Chinese Critical Care Ultrasound Study Group (CCUSG). Intensive Care Med. 2020 Mar 12. doi: 10.1007/s00134-020-05996-6. [Epub ahead of print] L’articolo di Peng evidenzia come, durante la polmonite da Covid-19, possano essere identificate anomalie polmonari con l’utilizzo dell’ecografia ancor prima delle manifestazioni cliniche. Come è noto, gli esperti sino ad ora hanno indicato la TC torace come primo approccio per lo screening di pazienti sospetti per tale patologia, ma l’elevata contagiosità del virus, unitamente al rischio di trasportare pazienti con ipossiemia e scompenso emodinamico complicano l’esecuzione e la ripetizione di tale metodica nei pazienti con sospetta o accertata infezione da COVID-19. L’ecografia polmonare di converso fornisce risultati simili alla TC toracica e superiori all’RX torace standard per la valutazione della polmonite e/o della sindrome da distress respiratorio dell’adulto (ARDS) con i vantaggi della facilità d’uso della ripetibilità, della assenza di radiazioni e del basso costo. Nel lavoro si riassume la prima esperienza degli AA con l’ecografia polmonare per la valutazione dell’infezione in Cina con le finalità di informare i medici di Terapia Intensiva dell’utilità dell’ecografia polmonare nella gestione dell’infezione da COVID-19. In 20 pazienti con polmonite da COVID-19 gli Autori hanno evidenziato: 1) ispessimento della linea pleurica con irregolarità della stessa; 2) linee B in una varietà di pattern tra cui il pattern focale, multifocale e confluente; 3) consolidamenti in una varietà di pattern: piccoli consolidamenti multifocali, non translobari e translobari con occasionali broncogrammi aerei mobili; 4) aspetto delle linee A durante la fase di guarigione; 5) raramente la presenza di versamento pleurico. I suddetti segni si sono presentati in uno spettro di quadri di coinvolgimento polmonare che andava da un pattern lieve interstiziale alveolare a un grave pattern interstiziale bilaterale fino al consolidamento parenchimale. Riportiamo di seguito i reperti tipici TC toracici confrontati con i reperti tipici dell’ecografia polmonare: TC: ispessimento pleura → US: linea pleurica ispessita. TC: aspetto a vetro smerigliato (GGS) → US: linee B multifocali, separate o confluenti. TC: quadro di infiltrazione polmonare →US: linee B confluenti. TC: addensamento subpleurico → US: piccoli (centimetrici) consolidamenti. TC: addensamento translobare → US: consolidamento sia translobare che non translobare. TC: raramente versamento pleurico → US: raramente versamento pleurico. TC: più di 2 lobi interessati → US distribuzione multilobare delle alterazioni. TC: negatività o atipicità in fase precoce, poi iniziale GGS e quindi addensamenti e progressione della malattia → US: focali linee B nella prima fase; aspetti di interessamento interstiziale sempre maggiori al progredire della malattia e nei paz. critici; alla risoluzione si apprezzeranno linee A. Ispessimenti della linea pleurica con linee B irregolari può essere osservato in pazienti con fibrosi polmonare. Le caratteristiche dell’ecografia polmonare nella polmonite COVID-19 sono correlate allo stadio della malattia, alla gravità delle lesioni polmonari e alle comorbilità. Il pattern predominante è costituito da vari gradi di interessamento interstiziale e di consolidamento alveolare e il conseguente quadro clinico è direttamente correlato alla gravità del danno polmonare. Una limitazione riconosciuta dell’ecografia polmonare è il fatto di non essere in grado di rilevare lesioni profonde all’interno del polmone poiché il polmone areato blocca la trasmissione dell’ecografia; di conseguenza, l’anomalia parenchimale polmonare deve estendersi alla superficie pleurica per essere visibile con gli US e la TC toracica rimane insostituibile per individuare una polmonite che non si estende alla superficie pleurica. Sulla base della esperienza degli AA si conclude che l’ecografia polmonare ha una grande utilità nella gestione della polmonite da COVID-19 per la sua sicurezza, ripetibilità, assenza di radiazioni, basso costo e facile utilizzo al letto del malato. La metodica è utile per una rapida valutazione della gravità della polmonite da COVID 19 all’esordio, per seguirne l’evoluzione, monitorare le manovre di recruitment polmonare, guidare la risposta alla posizione prona, per il management di sistemi di ossigenazione a membrana extracorporea e per prendere decisioni relative allo svezzamento del paziente dalla ventilazione meccanica prolungata.

Condividi

Altre informazioni

Ecografia Toraco-Polmonare (EMERGENZA COVID-19)

CENTRO DI ECOGRAFIA CLINICA – INTERVENTISTICA Resp. Dr. Roberto Franchini Con la...

Leggi tutto
Centro di Ecografica clinica – interventistica

Il centro di ecografia clinica dell’OPA Villa Regina si avvale in esclusiva del nuovo CANON APLIO...

Leggi tutto
Prevenzione urologica

Campagna Controllati per la prevenzione, sensibilizzazione e informazione sulle patologie...

Leggi tutto

Ospedali Privati Riuniti S.r.l., Legal Office Viale Ercolani 9, 40138 Bologna, Tel 051/396411, Fax 051/346972, Codice fiscale 00689340370, Partita Iva 03831150366, PEC: opr@pec.ospedaliprivatiriuniti.it

Registro Imprese di Bologna n. 00689340370, REA di Bologna n. 115052, Capitale sociale € 9.000.000,20 i.v.

Società soggetta alla direzione e coordinamento di GHC S.p.A.

Direzione Sanitaria | Autorizzazioni

Website Design by Esc Agency